Il modulo di iscrizione lo si trova sul sito Federazione ciclistica italiana, nella pagina dedicata alla formazione, a Gaggio Montano, in provincia di Bologna, dal 19 ottobre al 4 novembre si tiene un corso per Guida Ciclo Turistica Sportiva. Un’attività legata anche alla realizzazione della Ciclovia dell’Appennino e alle grandi potenzialità turistiche del ciclismo in Appennino.
La vicepresidente della Federazione ciclistica italiana Daniela Isetti spiega: “L’esperienza della Federciclismo, declinata nei corsi per le Guide ciclo turistiche sportive, crediamo conferisca un valore aggiunto alla formazione di questa figura così importante in un ambito di sviluppo del turismo sportivo e con la bicicletta in particolare. L’offerta turistica potrà così beneficiare delle competenze derivanti dall’esperienza del mondo sportivo, in un contesto di valorizzazione di proposte legate al territorio, alle risorse naturali, culturali ed enogastronomiche, capaci di trasferire emozioni ed unicità dell’offerta”.


Cos’è una guida cicloturistica?

La guida cicloturistica può essere di aiuto e supporto agli sportivi, sia giovani che adulti, ai principianti o agli esperti che vogliano praticare attività ciclistiche non agonistiche di tipo escursionistico, sia su strada che fuoristrada. Una delle sue abilità deve essere quella di saper orientare e proporre attività ed itinerari ciclistici in relazione alle effettive capacità individuali delle persone per le quali svolgerà l’attività di accompagnamento. Deve avere competenza sulle tecniche di guida, di base ed avanzate, deve anche conoscerne le propedeuticità tecnico-didattiche e le modalità per svilupparle e consolidarle a seconda del caso e delle fasce d’età cui si rivolge.

Non perderti questo:   Quando i bikers sfidano i droni, in Paganella

Cosa fa una guida cicloturistica?

La guida deve in primo luogo conoscere gli strumenti che usa e quindi deve conoscere la bicicletta nelle sue diverse tipologie e saper insegnare ad usarla nel migliore dei modi nelle situazioni tipiche del ciclismo escursionistico e turistico. Deve essere in grado di leggere le mappe e le carte geografiche, dimostrando buone capacità di orientamento. Da non trascurare le competenze riguardo le tecniche di insegnamento e di comunicazione, sia nelle relazioni umane in genere, che nella pratica sportiva.

Cosa verrà trattato nel corso?

In questo corso si prepareranno le future guide a tutto ciò che riguarda l’attività pratica di accompagnamento e verranno anche affrontate tematiche generali dell’attività ciclosportiva turistico ed escursionistica: gli aspetti relativi al ruolo ed alle competenze della guida ciclo turistica, il rapporto con gli utenti, il gruppo e le eventuali loro interazioni. Saranno affrontate anche le problematiche che possono generarsi nelle situazioni di emergenza, su come affrontarle e possibilmente risolverle.

Requisiti richiesti

Possono partecipare al corso i maggiorenni con il diploma di scuola inferiore che abbiano pagato la quota di iscrizione pari a 550 € + 10 € prima dell’esame finale previsto entro tre mesi dalla fine del corso. È prevista una prova pratica di ammissione: occorrerà dimostrare le proprie capacità tecniche in bici e verificare le capacità atletiche generali. Per partecipare è necessario inviare richiesta di ammissione all’indirizzo [email protected] compilando il modulo di iscrizione pubblicato sul sito FCI. A seguito del superamento dell’esame di 1° livello, sarà possibile sostenere l’esame per l’abilitazione a Guida Ciclo Turistica Sportiva.