Sarà lanciato quest’anno il primo prototipo di bicicletta in grado di ripulire l’aria dallo smog.

L’idea e il progetto porta la firma dell’artista e designer olandese Daan Roosegaarde, già famoso per la torre “Smog Free” (la prima è stata installata in Cina), anch’essa in grado di assorbire lo smog e di emettere aria pulita.

Da che cosa si è partiti? Come è risaputo l’inquinamento atmosferico è un grande problema in tutto il mondo e soprattutto in Cina, con gravi rischi per la salute della popolazione. Così per combattere lo smog e mantenere le polveri sottili entro la soglia dei 35 microgrammi per metro cubo, si stanno studiando possibili soluzioni, che nel solo continente asiatico potrebbero coinvolgere più di 20 milioni di cittadini.

Non perderti questo:   In Toscana bonus bici pieghevoli da portare in treno

Per trovare una soluzione al problema dello smog Roosegaarde ha lavorato in collaborazione con il gigante cinese di bike-sharing Ofo e con la piattaforma di design TEZIGN.

Queste particolari biciclette “Smog Free”, ideate da Roosegaarde, hanno la prerogativa di inalare l’aria sporca, pulirla e poi rilasciare aria fresca nell’ambiente.

Le bici, come la torre “Smog Free”, fanno parte della visione dell’artista di riempire la città di aria fresca: il progetto attualmente è in fase di sviluppo sia in Cina che nei Paesi Bassi.

Pedalare è sicuramente “green”, se poi è migliorativo per la qualità dell’aria e della vita è davvero sorprendente!