Cari lettori, ecco a voi alcune indicazioni di viagginbici.com per spostarsi in città in bicicletta (o a piedi), senza farsi aerosol di gas di scarico delle auto e di polveri sottili.

PaolaSantini_viaggiodinozze_NY(1)Esiste un modo per beneficiare dell’attività fisica prodotta dalla bici, riducendo al minimo gli effetti deleteri dello smog? Sì!

Muovendosi tenendo sotto controllo la velocità!

Secondo gli esperti della University of British Columbia, infatti, bisogna pedalare tra i 12 e i 20 chilometri orari e camminare tra i 2 e i 6 chilometri all’ora.

Alex Bigazzi, esperto di trasporti presso il dipartimento di ingegneria civile dell’ateneo canadese, spiega che

muovendosi più velocemente si inala più aria inquinata,

ma diminuisce  il tempo di esposizione allo smog e con questa analisi, si è riusciti ad indicare esattamente il giusto punto di equilibrio tra questi fattori.

Censendo 10mila persone negli Stati Uniti, i ricercatori hanno affinato ulteriormente i loro calcoli, stimando anche la velocità ideale in base al mezzo di trasporto, all’età e al sesso.

le donne dell'eroica

In bicicletta: cicliste con meno di 20 anni, dovrebbero pedalare a 12,5 chilometri orari; i loro coetanei possono spingersi fino a 13,3 km/h. Gli adulti tra i 20 e i 60 anni, sia uomini che donne, dovrebbero pedalare tra i 13 e i 15 km/h.

Non perderti questo:   Ciclisti avanguardia: dalla BAB sorprendenti idee di ciclabilità

A piedi: i giovani con meno di 20 anni dovrebbero camminare ad una velocità di circa tre km/h.; gli adulti fino ai 60 anni, dovrebbero raggiunge20160624_093752re almeno i quattro chilometri all’ora.

Superando le indicazioni di questa ricerca, il tasso di inalazione degli inquinanti, diventa significativamente più alto e si annullano i benefici dell’attività fisica, la buona notizia però è che non serva fare calcoli empirici sulla propria velocità di pedalata o di camminata, poichè i valori soglia indicati dallo studio, risultano essere quelli con cui le persone si muovono normalmente.

Non abbiamo scuse, non prendiamo l’auto per percorrere pochi chilometri, facciamolo in bicicletta o piedi!

In questo modo non solo facciamo del bene a noi stessi, ma facciamo del bene anche all’ambiente promuovendo la mobilità ad impatto zero.