Se la vacanza è made in Italy quest’anno non è che ci mancano le idee per attuarla. Tra boschi alpini, colline, vigne e laghi, la provincia di Brescia in 150 chilometri racchiude un’ampia varietà di paesaggi e luoghi, e in sostanza tante proposte turistiche.


In bici tra i laghi

Sono ben tre i laghi in quest’area italiana. Il maestoso lago di Garda, per iniziare, e a seguire quello di Iseo e di Idro che con le loro diversità permettono di proporre diversi modi di fare vacanza. Spiagge attrezzate, escursioni in barca, luoghi storici e poi sport acquatici, trekking e bici nella natura.
Come sapete il Lago di Garda è il più grande d’Italia, amato per i suoi litorali e le ville Liberty, lungo le sue rive sorgono caratteristici borghi, castelli, monasteri e cittadine ricche di monumenti e cariche di storia, come Sirmione, Desenzano, Salò, Gardone Riviera, Limone. In bici? La ciclopedonale del lago di Garda, chilometri adatti anche alle famiglie in totale sicurezza a picco sul lago, collega Limone con il confine di Riva del Garda. Si può fare anche di sera, grazie a un’efficiente illuminazione a led, ecosostenibile e romantica.
Il Lago d’Iseo è noto in tutto il mondo come il Lago di Christo, da quando nell’estate 2016 il celeberrimo artista vi ha realizzato “The Floating Piers”, installazione galleggiante che ha consentito al pubblico di camminare letteralmente sulle acque e di raggiungere a piedi Monte Isola, la più alta isola lacustre d’Europa e che si raggiunge solo a piedi o in sella alla bici. Sulle sue rive passa la spettacolare Ciclovia dell’Oglio, eletta ciclabile più bella d’Italia agli Italian Green Road Awards 2019. Con 1.862 metri il dislivello e 282 km totali di percorso, 150 dei quali nella provincia di Brescia, si snoda attraverso l’area Unesco delle Incisioni Rupestri della Valle Camonica, costeggia il lago d’Iseo e si insinua tra i vigneti della Franciacorta, toccando la pianura bresciana per poi raggiungere il Po.
Si deve salire a 368 metri d’altitudine, tra le montagne della Valle Sabbia e delle Prealpi lombarde, per incontrare il Lago d’Idro, perfetto per chi preferisce le vacanze en plein air fra camping e villaggi attrezzati anche per il glamping. Qui le montagne sono il terreno ideale per gli amanti di mountain bike, e qualche bel giro in bici si può alternare anche con ferrate sulla roccia, parapendio, canyoning.

Tra colline, vigne ed uliveti

Ma non solo laghi, le colline di contorno sono tappezzate da vigne e ulivi e punteggiate da antichi borghi, castelli ed abbazie, come i rilievi della Franciacorta che degradano nel lago d’Iseo e da cui provengono i pregiati vini che ne portano il nome, i colli ricchi di storia dell’anfiteatro morenico gardesano o quelli della Valtènesi, terra di grandi vini e di altrettanto pregiati oli. Per non parlare delle distese pianeggianti che seguono il corso dei fiumi Oglio e Chiese. Tutti luoghi ideali per pedalare!

La mtb nelle valli

Valle Camonica, Valle Trompia e Valle Sabbia qui i percorsi da scegliere per la mountain bike non si contano. O forse sì? 500 km di tracciati per mountain bike, nei parchi naturali del Parco Nazionale dello Stelvio e del Parco dell’Adamello. Sui pedali nel comprensorio Pontedilegno-Tonale e nell’area di Borno per i ciclisti esperti o semplici appassionati, tra alpeggi e mulattiere risalenti alla Prima Guerra mondiale, si trovano leggendarie salite del Giro d’Italia come Gavia e Mortirolo oppure Crocedomini e Vivione, oltre a percorsi per downhill e gravity nei boschi di Ponte di Legno e Temù, il bike park del Passo Tonale. Fra le due valli, fino a Brescia, la Greenway delle Valli Resilienti è un eden per gli appassionati delle due ruote, con 3.500 km di piste ciclabili, 74 percorsi dedicati a slow, road e mountain bike e 9 tour da effettuare attraverso splendidi paesaggi montani.

La gastronomia

Da non dimenticare che nel 2017 Brescia è stata premiata come Regione Europea della Gastronomia. Fra territori così diversi fra loro, molto varia è anche la proposta enogastronomica. Prodotti DOP, come gli oli EVO del Garda e del Sebino, prodotti della tradizione come la Rosa Camuna e la Formagella di Tremosine, presidi Slow Food come il formaggio Bagòss, vini conosciuti in tutto il mondo come il Franciacorta e le 9 Doc Botticino.


www.visitbrescia.it