E’ tempo di scaldare l’ugula e prepararsi a cantare le canzoni di Sanremo, e per chi voce non ce l’ha è tempo di scaldare i muscoli e prepararsi ad un nuovo viaggio in bici. A ridosso della settantesima edizione del Festival di Sanremo, che quest’anno sarà condotto da Amadeus, e andrà in onda da martedì 4 a sabato 8 febbraio in prima serata su Rai1, vi consigliamo di provare la belle ciclabili che si trovano in queste zone. Vi abbiamo già proposto in passato un nostro tour da Sanremo a San Lorenzo lungo la ciclabile, che se siete per caso nei giorni del Festival da quelle parti vi consigliamo di fare perché è un percorso tranquillo adatto in ogni stagione e con la famiglia, anche di questi tempi visto che comunque le temperature qui sono sempre abbastanza miti. Vi proponiamo oggi una nuova avventura su due ruote che dalla Riviera dei Fiori porta fino alla Costa Azzurra, magari potete studiare intanto il percorso e affrontarlo tra un mese con qualche grado di temperatura più alto.


Da Spotorno a Nizza (160 km)

Partenza della nostra pedalata è Spotorno e prima meta sarà Alassio, una quarantina di chilometri in totale. Da Spotorno si pedala lungo la via Aurelia in direzione Sanremo. Si supera Noli per raggiungere Varigotti, famosa per le sue case gialle sulla spiaggia. E poi il tratto passa per Finale Ligure, Loano e Albenga. Da qui si scende verso Alassio dove magari vi va di fare una visita al famoso Muretto che raccoglie le piastrelle colorate con le firme dei più celebri clienti del Bar Roma, ad iniziare da Ernest Hemingway. Da Alassio a Ventimiglia sono 75 chilometri. Come tappe si possono fare Laegueglia, Capo Mele, Andora, capo Mimosa, capo Berta, Imperia. A 4 km da Imperia si imbocca a Borgo San Lorenzo la pista ciclabile della Riviera dei Fiori che dopo 24 km arriva a Sanremo. Dopo Sanremo si continua lungo la via Aurelia, si passa Ospedaletti e si arriva a Ventimiglia. Da qui per arrivare a Nizza sono altri 45 chilometri. Da Ventimiglia si deve seguire la direzione Confine di Stato – Ponte San Lodovico da dove si entra in Francia. Seguendo la litoranea si arriva a Mentone e Montecarlo. La direzione è Cap d’Ail, Bealieu-sur-Mer, Villefranche e infine Nizza. Da qui, se non ve la sentite di fare ritorno in Italia in bici, la potete caricare nei treni regionali con destinazione Ventimiglia.

Non perderti questo:   Verona città dell'amore, degli innamorati e della bici


Da vedere

Sicuramente il paesaggio e la costa sono da togliere il fiato, ma vi consigliamo anche una visita a Rocchetta Nervina, borgo della provincia di Imperia dove c’è un fiume trasparente che forma piscine dove si può fare il bagno in estate. Sul promontorio della Mortola, in comune di Ventimiglia, c’è un parco di 18 ettari in cui si snodano viottoli e pergolati. A Sanremo visitate la cattedrale di San Siro, la più antica dellla città in stile romanico con influssi gotici e barocchi. Se siete invece in vena di rilassarvi vi consigliamo i giardini della Regina o la passeggiata dell’Imperatrice, percorsi in relax immersi nel verde.

Da annotare

Sarà spettacolare pedalare in un saliscendi continuo attraversando paesini a livello del mare per poi risalire in altro vedendo tutta la costa ligure, ma attenzione ci sono diverse gallerie quindi munitevi di luci posizione e giubbetto catarifrangente, attrezzi del “mestiere” utili anche di giorno.